Archivi tag: senza zucchero

Palline di cacao e cocco

Qualche giorno fa avevo voglia di qualcosa di sfizioso, qualcosa di diverso della  solita torta; così ho guardato cosa avevo in casa: cocco, cacao e latte; ho cercato su internet e taaaac ho trovato questa idea di fare palline di cocco e cacao.

Non è venuta nell’immediato questa ricetta (non usando lo zucchero) la prima volta  mi sono venute amarisssssssssime. Ho dovuto pensare di aggiungere i biscotti e la stevia per renderli dolci.

Così ho rivisto le proporzioni e con queste quantità sono riuscita a fare 20 palline.

E’ una ricetta veloce che porta via poco tempo anche perchè non serve il forno! io ci avrò impiegato un 15 minuti a fare tutto.

Adatto anche per chi non può mangiare uova.

Ingredienti:

50 gr di farina cocco

40 gr cacao amaro

90gr di latte di soia

6 biscotti da 7gr cad (Senza glutine, lievito e zucchero aggiunto)

2 cucchiaini stevia

Procedimento:

Spezzettare i biscotti quasi in polvere e mischiarli alla farina di cocco e il cacao amaro, aggiungere al latte i due cucchiaini di stevia e mescolare fino a farla sciogliere.

A questo punto aggiungere il latte al resto e impastare a mano fino a formare un’unica palla da dove togliere tanti pezzetti per fare le palline. Mettere in un piatto della farina di cocco che servirà per cospargere le palline precedentemente formate.

Le palline sono pronte, possiamo metterle in frigo, da ricetta originale bastano 2h; io avendole preparate la sera le ho tenute la notte intera per poi lasciarle fuori la mattina come merenda della mattinata.

Ricordatevi di tenerle sempre in frigo dopo averle mangiate, sono più buone!

 foto
Annunci

Banaaaane…noccioooole

Chi come me è cresciuto con la musica italiana a palla, non può non conoscere il Gianni, mitico, unico Gianni Morandi.

A me la sua canzone Banane e Lampone mi mette di un’allegria e poi ogni volta che penso alla banana mi viene subito alla testa il ritornello.

Facendo una dieta senza zuccheri anche tanta frutta non è consentita, quindi a spizzichi e bocconi, in punta di piedi, ieri sera ho fatto questa ricetta.

Ingredienti:

2 banane

100 gr di farina di nocciola

180 gr di farina di riso

100 ml di olio di semi

2 uova

1 cucchiaio di stevia

1 bustina di cremor tartaro

un pò di succo di limone che servirà per non fare annerire le banane

Preparazione

Accendo il forno a 180°.

Sbucciamo e schiacciamo le banane in un piatto e le bagno con il succo di limone.

Separiamo i tuorli dagli albumi in due ciotole, prendetene una più grande per i tuorli.

Montiamo il bianco fino a che diventi spumoso.

Poi montiamo i tuorli con lo stevia fino a che diventi una cremina, aggiungiamo l’olio e andiamo avanti a montare, poi aggiungiamo le banane, a questo punto è più comodo mescolare con un cucchiaio, aggiungiamo farine e lievito (che io consiglio sempre di mischiare tutto bene prima) pian piano intanto che mescoliamo, ultima cosa da aggiungere la spuma di albumi, sempre un pò per volta e continuando a mischiare dal basso verso l’alto.

Mettiamo il composto nella nostra tortiera e inforniamo per 45 minuti.

 

si vedono i pezzi di banana?

IMG_7579

 

Non solo biscotti

Questo we, felice di aver  trovato biscotti nuovi, che posso mangiare, mi sono subito messa ad assaggiarli e non so perché il fatto che fossero così leggeri e buoni mi hanno fatto venire in mente che potevo utilizzarli per una torta!

Mi è venuto in mente il tiramisù,  la famosa lampadina che si accende, forse vederlo circolare in questi giorni mi ha fatto venire voglia!

E’ sempre stato il mio dolce preferito da preparare, molti amici me l’hanno sempre richiesto per le cene.

Ma lo preparerò a breve!

 

Ingredienti:

3 uova

Latte di riso

Aroma di vaniglia

Biscotti ( ho trovato biscotti senza glutine senza zucchero aggiunto con agenti lievitanti, quelli che ho usato oggi però contengono una piccola parte di latte e jogurt circa il 10%)

200 g di farina di riso

50 g di amido di mais

50 g di fecola di patate

1 bustina di cremor tartaro

 

Procedimento:

 

Riscaldare il forno a 180°, mescoliamo farina, amido, fecola e lievito, sbattiamo le uova e quando sono un pó montate aggiungiamo un pó di latte di riso circa un bicchiere piccolo e poi pian piano il composto di farina, deve rimanere morbido!

Aggiungiamo anche l’aroma e mescoliamo tutto bene con un cucchiaio.

A questo punto possiamo bagnare i biscotti nel latte, un pó come si fa per il tiramisu e facciamo la base della nostra torta, aggiungiamo il composto della torta e rimettiamo biscotti bagnati sopra!

Inforniamo per 30 minuti e la torta è pronta!

IMG_7473

Cammellaggio e .. convivio

Comprendo lo sguardo che potrebbe manifestarsi dopo la lettura di questo titolo… avreste dovuto vedere la mia espressione quando me lo propose!

Ma poi mi piacque.. sopratutto dopo che spiegò che era solo un modo diverso per definire il martellamento che subirete nei prossimi giorni sul nostro blog e canali annessi. 

Convivio è il progetto che già da qualche tempo è presente sul blog custodito in una sezione dedicata dove alcune blogger stanno portando la loro esperienza nel magico mondo dei senza (magico si, perché bisogna essere almeno “maghi terzo Dan” per  inventarsi senza perderci in gusto).

Cammellaggio? leggiamola così : peregriniamo lentamente  di oasi in oasi per portarvi una sfida, ma anche delle risposte.

il video : La nostra idea di proporre argomenti delicati e seri non deve toglierci la capacità di saper sorridere, di proporre, in modo alternativo e divertente, un invito al nostro evento (fidatevi, siamo proprio squinternati di nostro 🙂 ).

Durante

Ho divorato un libro di De Carlo che si intitola Durante, mi è sembrato evocativo in questo periodo storico della mia vita!

Durante la mia dieta mi imbatto in un romanzo che mi stimola una ricetta!

Durante un sabato sera preparo una torta invece che uscire,  io che alle 22 ero davanti allo specchio a scegliere che vestito mettermi per andare a ballare e ora sono davanti ai fornelli a preparami gli ingredienti per la mia torta, non commentiamo oltre!

Nel libro c’è il racconto di una cena tra presunti amici e viene descritta una torta di riso, è descritta talmente nei particolari, talmente bene anche nell’emozioni che suscita mangiandola, che mi è venuta subito la voglia di provare a prepararla.

Così ho cercato una ricetta da modificare alle mie esigenze!

Per fare questa torta ci vuole un pò di tempo, solo 60 minuti vanno per la cottura, poi dovete pensare al tempo necessario per far cuocere il riso e per farlo raffreddare e per prepararvi tutti gli ingredienti.

Ingredienti:

200 gr di riso

750 ml di latte di riso (essendo dolce di sua proprietà  sostituisce benissimo lo zucchero che ci vorrebbe)

 3 uova medie

60/70 gr di mandorle intere

50 g di pinoli

1 cucchiaio di stevia

1 limone

80 g di margarina (io uso marche senza grassi idrogenati completamente vegetale)

2 stecche e/o 1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Procedimento:

In un tegame versate il latte, aggiungete le stecche di cannella; quando il latte bollirà, versate il riso  ed eliminate le stecche di cannella dopo aver fatto insaporire il riso del suo aroma. Lasciate quindi il riso a fuoco basso fino a che non avrà assorbito tutto il latte e avrà una consistenza simile ad un risotto asciutto. Versate il riso in un contenitore largo e basso per farlo raffreddare.

A questo punto potete accendere il vostro forno a 180° e nel frattempo potete preparare gli altri ingredienti:

– frullate le mandorle, dovrete sminuzzarle, ma non deve diventare polvere (a me piace si senta la consistenza);

– grattugiare la scorza del limone

– fondere la margarina

– in una ciotola sbattete le uova assieme al cucchiaio di stevia quindi unite le mandorle, la scorza del limone,  la margarina , 35 gr di pinoli e mezzo cucchiaino di cannella in polvere.

Aggiungete nella ciotola il riso ormai freddo e amalgamate per bene gli ingredienti. Mettete tutto nella propria teglia antiaderente (io uso quelle di silicone quindi non devo infarinare e imburrare il fondo) cospargete la superficie della torta di riso con  i restanti pinoli, quindi infornate a 180° in forno statico per circa 60 minuti.

IMG_7013

Scherzi a parte, angel cake!

Un giorno mi han detto “niente più zuccheri, niente più lievito, niente più glutine!”

Poi? basta? Son su scherzi a parte?

E le mie colazioni con le brioche? E le mie merende?

Dallo sconforto più totale ho pensato “ho alternative? Non mi pare!” Allora mettiamoci sotto.

Nella vita, ogni tanto, bisogna sfidarsi, così l’ho presa questa disbiosi, una sfida e tiè,  anche ieri sera ho preparato una nuova torta, a mio modo, senza nessun senso apparente, trasformando una ricetta da “sani” a chi, come me, può mangiare il “niente”.

Ieri sera ho modificato una Angel cake così:

 

Ingredienti per la torta (per una persona che fa colazione e merenda per 3gg se volete portarla a cena una sera per 8 persone basta moltiplicare le dosi)

6 uova (ci servono solo i tuorli, non buttate gli albumi potrebbero servivi come crema)

85 g di farina di riso (ieri sera ho usato quella integrale ma sperimentiamo pure)

1 cucchiaio e mezzo di stevia

Una bacca di vaniglia

Mezza boccettina di aroma di arancia (che poi è più per il profumo)

4 g di lievito cremor tartaro  (comodissimo quello della San Martino che è già vanigliato)

Ingredienti per la crema:

2 albumi

2/3 cucchiai pieni di crema alla nocciola o di due tipi diversi (consiglio la marca Rapunzel crema di nocciole mischiata a Sweet nut Cream bio della Finestra cielo entrambe creme senza zucchero pura nocciola)

olio  (io uso o girasole o mais) o latte di riso

Tempo di cottura 30 minuti, forno a 190° se non ventilato, altrimenti 170°

 

Procedimento per la torta:

Iniziamo dalle uova, a temperatura ambiente, vanno separate, ci servono solo i tuorli per la torta.

Una volta separati possiamo iniziare a montarli con uno sbattitore elettrico e mettere gli ingredienti uno alla volta continuando a sbattere le uova, prima lo stevia, poi l’aroma di arancia, poi la bacca, poi il lievito e infine la farina, solitamente la spuma degli albumi va aggiunta a cucchiaiate alla farina, ma io ho provato a fare il contrario e non si smonta, basta aggiungere la farina piano piano e continuare a mescolare la crema dal basso verso l’alto con un cucchiaio.

Poi si mette il preparato, in una forma per torte antiaderente, sempre delicatamente con il cucchiaio e a questo punto possiamo infornare.

 Procedimento per la crema:

Intanto che la nostra torta è in forno possiamo fare la crema. Mettiamo sul fuoco lento un pentolino con gli albumi scelti e iniziamo a inserire la crema (o creme) alla nocciola, mescolando pian piano fino a far sciogliere la crema, l’olio (o il latte di riso) lo aggiungiamo per farla diventare più liquida. Quando vi sembrerà pronta spalmatela alla torta sfornata e lasciate raffreddare il tutto.

 

 

foto