Archivi tag: pargoli

Considerazioni di una mamma……

 

keep-calm-and-eat-merenda

Ieri è iniziato il campo estivo in oratorio. Ho iscritto i miei due figli più piccoli per mezza giornata su loro richiesta. La mattinata è stata un susseguirsi di agitazione mista a paura sopratutto da parte del più piccolo… comunque alla fine è arrivato il momento di accompagnarli… baci abbracci e viaaaa.

Rimanendo a casa mi sono goduta la pace e il silenzio pensando ogni tanto ai miei due pargoli e alla loro avventura.

Viene il momento di andarli a prendere…arrivo all’oratorio e non vi descrivo il caos di macchine parcheggiate persino sui lampioni pur di essere il più vicino all’entrata dell’oratorio; daltronde si sa che due passi a piedi UCCIDONO.

Entro in oratorio,  aspetto la fine della preghiera e poi…una marea di ragazzini vocianti rompono le righe…che bellooo, che vita!

Mentre cerco di capire dove sono mimetizzati i miei figli saluto qualche mamma.

Alla fine mi vedono e mi raggiungono e finalmente torniamo a casa. In macchina fanno a gara per raccontarmi com’ è andata ma la mia mente resta ferma alla descrizione della merenda : lo so sono fissata!

Non faccio commenti anche perchè avevamo pattuito che il primo giorno potevano prendere quello che volevano rispettando il budget.

Io sono come un motore diesel, elaboro di notte e poi di giorno focalizzo.

 

images

 

Ma benedetta gente spiegatemi perchè a scuola si insegnano scienze alimentari, si istituisce il frutta day e poi alle medie ci sono i distributori automatici, al bar dell’oratorio (sempre aperto) si vende di tutto e di più che non si avvicina minimamente al concetto di sano e naturale??!!

Questa lunga premessa mi serve per introdurre ciò che mi sono prefissata di postare un pò alla volta su questo blog…naturalmente sull’alimentazione pro e contro …

Spesso ripeto ai miei figli (tutti) che si mangia per vivere e non si vive per mangiare…frase pesante vero? Ma fa parte di un’etica che spero di riuscire a spiegarvi.

Vi auguro una buona giornata.

 

images1

Annunci

Trilly , la fatina dei denti , i dinosauri e… il medioevo.

 

favole

 

Dovete perdonare,ma il mio l’alter ego scrivano femminile è quel “pelo” impegnata ad organizzare un evento che sta assumendo i tratti di un pontificato, e quindi risulta assente nelle stesure di questi brani.

Nel breve : accontentatevi della mano mascula che sta dietro al vostro monitor e che, attualmente, sta battendo insistemente sulla tastiera.

I personaggi e l’evento storico del titolo potrebbero apparirvi incongruenti e fuori luogo in questo spazio digitale, ma…fidatevi se vi dico (anzi, scrivo) che fa tutto parte del nostro entourage quotidiano.

Partiamo da Trilly.

 

trilly

 

Non credo che i disegnatori saprebbero adattare la “zanzarina” in minigonna di foglie con l’ingombro dello scrivente (mi sarebbe piaciuto scrivere “bella presenza di adone mediterraneo”…anche se poi, la prova specchio mi avrebbe sicuramente depresso) e quindi credo che il copyright rimanga preservato e tutelato.

Ebbene si, sono IL Trilly della nostra famiglia.

Devi sapere,caro lettore, che ultimamente il piccolo biondino (l’ultimo dei pargoli) ha una paura che lo attanaglia, una paura che naturalmente arriva e poi se ne va : la paura di morire o che qualcuno muioa.

Il problema sta che comunque questa paura, prima o poi, arriva e bisogna trovare le strategie necessarie alla dipartita rapida e indolore.


Non te la ridere,te ne prego,  perchè la mia strategia non è stata di mettermi un tutu di foglie accessoriato con ali di carta di riso, ma è stato quello di imitare la dolce Trilly “rubandole” una sua magia : la polverina!

Ed è così che, molto figuratamente, mi ritrovo a svolazzare in modo molto scoordinato mentre cospargo la polverina magica e invisibile sulla testolina di tutti i componenti della famiglia, fino all’esagerazione di giurare di aver elargito qualche badilata di polvere di stelle anche al corpo angelico della mamma, così la tuteliamo al meglio.

Passiamo ora alla fatina dei denti.

fatina denti

 

Non so Voi, ma in questa parte dell’universo la fatina dei denti si porta via un dente da latte avendo in cambio una monetina. Fate un poco di conto che , avendo 5 pargoli e contandoci a spanne i denti che si perdono, questa fatina dovrebbe stare, dopo il passaggio dalla nostra famiglia …all’incirca, tra le Maldive e Zanzibar, ma sicuramente in un hotel a 5 stelle extralusso confortato dalla presenza di piscina vista oceano. 

Eh si… perchè le monetine si chiamano EURO e la principessa dei denti da latte non gradisce che siano monocolore e tantomeno di colore marron… meglio quelle double color..se poi assumono forme cartacee ancora meglio!

Giusto l’altra sera la principessa (quella vera!) nel degustare la cena si è messa il tovagliolo in bocca.. io e la mia consorte ci siamo guardati un poco sorpresi e poco dopo  “Ho perso un dente!”.

La mamma,si sa… “sta divetando grande” … il papà ” azz! non ho moneta”.

Fra l’altro ormai è conclamata la presenza radicata di questa fatina e i pargoli in automatico mettono il dente sotto il cuscino… guai a dimenticarsene…altrimenti arrivano i :

dinosauri

 

dinosauri

Bhè… ci va meglio…si perchè, se ci pensi, i dinosauri avevano tre fila di denti e qualche centinaio per fila. Credo che il papà dei dinosauri avesse grosse crisi economiche e grosse crisi isteriche.

Però i dinosauri sono presenti nella nostra famiglia in formato a4, ossia : tonnellate di libri!

Proprio stamani, 8 maggio (miiiii è la festa della mamma… ‘spetta che faccio un avviso ai grandi della famiglia o stasera non si mangia causa sciopero e vertenza sindacale!), il biondino citava :” i dinosauri erano animali pericolosi,ma una persona molto intellgente, il paleontologo, li ha scoperti, poi li ha tirati fuori dalla sabbia e li ha disegnati…così io posso vederli. Da grande scabbo anch’io”  (no…non ho sbagliato a digitare…ha un difetto di pronuncia ma tendo a precisare :  5… dico 5 anni! questo a 10 anni mi scopre una supernova).

e il medioevo?

medioevo

 

Bhè… chiedetelo alla mia alter ego femminile…lei ne sa molto…soprattutto dopo le letture serali al piccolo principe che sembra adorare spargimenti di sangue, amputazioni, battaglie e mostri infernali…  ma dopotutto si sa .. che a quasi 17 anni (tra pochissimo) che tu sia gravemente normodotato o splendidamente diversamente abile questa è una fase che passiamo tutti.

A presto